Overblog
Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
VousDevriezVoirÇa

L'islam : la vendetta del'ego ferito dei nomadi sui sedentari ?

27 Avril 2016 , Rédigé par Vousdevriezvoirça

Or Noir, 2011, da Jean-Jacques Annaud

Or Noir, 2011, da Jean-Jacques Annaud

L'attualità ci spinge a porgersi questa domanda : cosa possiamo fare per smettere l'islam, le sue rivendicazioni, in particolare in Occidente, il vandalismo, l'inciviltà, gli attentati, ma anche la superficialità che divulga, la sua cultura arbitraria e totalitaria, che non sopporta il rifiuto e l'atmosfera irrespirabile che diffonde.

Ma per sapere cosa possiamo fare, prima si deve capire qual'è la posta in gioco, e di che cosa si tratta.

Non è la prima volta che l'islam ci spinge a considerare dei provvedimenti radicali nel senso che queste disposizioni non sarebbero capite ne accetate da una gran parte della popolazione, in questo caso la popolazione di confessione musulmana, perché non capiscono il pericolo o, in un certo modo, ci aderiscono perché quello che si gioca qui è la vendetta degli archaici sulla civilizazzione, dei miserabili sui perbene. In somma, un caso di ego ferito.

Archaici perché questa religione prende la sua fonte non nella Bibbia e Abraham, ma in un sincretismo di culti molto più anziani, in particolare i culti della fertilità e quelli attorno a Houbal, il Deo-luna che era adorato... alla Mecca. Per capire di che cosa procede l'islam, si deve capire perché la pietra nera, una pietra lunare come quelle che faccevano l'oggetto di culto nelle tribu primitive, è sempre un oggetto di devozione alla Mecca, perché l'islam usa n calendario lunare (gli uomini avevano notato che il ciclo della luna era simile a quello della donna...), perché il mese sacro in islam, il mese del Ramadan, è il... nono di questo calendario lunare...(In questo articolo ci chiediamo se l'islam non sarebbe infatti il "relooking" di una spiritualità arcaica - è in francese però, ma si può tradurre con Google).
Questi culti, la Bibbia ne parla, al suo modo. Nel articolo, ci sono due estratti di un libro sulla Torah, cio'è il "vecchio testamento" ma letto dal punto di vista ebreo, che trattano di questi culti, e in particolare, quelli di Baal che non sarebbe altro che Houbal. Quello che racconta la Torah, e quindi la Bibbia a proposito di questi culti è spaventoso : violenza, oscurantismo, sacrifici di bimbi, culti "impudici". 
Adesso sappiamo che al'origine, alla Mecca, i pellegrini erano nudi, e nella Kaaba, c'erano delle sacerdotesse nude. 
Ancora oggi, in posti isolati nel mondo arabo, alcuni praticherebbero i sacrifici di bimbi (ne parla questa pagina Facebook tunisina). Certo, le informazioni sul soggetto sono difficilissime da trovare, potete imaginare perché.
Abbiamo tutti in testa queste scene stereotipate del'inferno, di folla in trance, di linciaggio. Adesso alla Mecca, durante il "Hajj", c'è una tappa del pellegrinaggio che si chiama la lapidazione di Satana. 
A questo momento del percorso, la gente deve gettare pietre su una stela, che rappresenta il diavolo :  è a questo momento che ci sono morti, perché i pellegrini, eccitati, si calpestono addosso. L'anno scorso, il "fuggifuggi" ha fatto più di 2 000 morti.
Oltre il fatto che questo rito del pellegrinaggio musulmano provoca una specie di stato secondo nel quale questi "fratelli in Dio" si uccidono tra di loro, iscrive la violenza in un contesto sacro. Dal punto di vista antropologico, è spaventoso. Ma nessuno sembra interessarsi al soggetto.

La lapidazione di Satana, ogni anno a La Mecca, non è soltanto un fenomeno superstizioso. Non mette soltanto in scena una folla isterizzata filrtando con la barbaria. La sua portata è antropologica. Ecco difatti un rito al quale ogni musulmano è invitato a sottoporsisi, iscrivendo la violenza come un dovere sacro al cuore del credente.
Questa lapidazione, accompagnandosi della morte per calpestio di alcuni fedeli annualmente, talvolta di parecchie centinaia, è un rituale che cova la violenza arcaica.
Al posto di eliminare questa violenza arcaica, all'imitazione del giudaismo e del cristianesimo, neutralizzandola, il giudaismo comincia dal rifiuto del sacrificio umano, cio'è l'entrata nella civiltà, il cristianesimo trasforma il sacrificio in eucarestia, l'islam gli fabbrica un nido, dove crescerà al caldo

Robert Redecker, in 2007 nel Figaro, un giornale francese di centro-destra

Il giudaismo ha tutto della religione dei primi uomini che si sono sedentarizzato, la sedentarietà essendo l'evoluzione fondamentale dell'umanità al Neolitico. Si vede, leggendo la Bibbia, che i primi ebrei hanno voluto distinguersi degli altri uomini, in particolare quelli che praticavano questi culti "impudici" come dice la Bibbia, che ne parla con disprezzo e disgusto. 

 
Nel giudaismo, si ritrova tutti i valori della sedentarietà : 
  • L'amore di una terra (Israele) che è all'origine del nazionalismo, all'oposto del'universalismo,
  • La cultura della prosperità che è venuta con la produzione, cio'è la coltivazione della terra, e quindi della richezza, percepita come una benedizione, siccome è vista come il frutto del lavoro e la garanzia della sopravivvenza : in somma un dono di D.io.
  • La cultura dello sforzo, della messa in dubbio, del'introspezione, della responsabilità individuale, del perdono.

Le storie nella Bibbia mettono sempre in scena un agricultore, o un capofamiglia che coltiva la terra. 

Tipicamente sono scene della sedentarietà
Non è evidente, si deve ricordare che qualche anno fa, c'erano sempre nomadi, in Africa del nord e nel medio oriente.
La Bibbia parla della sedentarizzazione.
 

Lo spirito nomado non è sparito : cerca di perdurare

Al contrario, un nomado muove sempre, quindi non può coltivare una terra. Non è attacato alla terra, quindi a tutto quello che è prodotto dalla terra. Si ritrova il disprezzo del materiale in islam : è in tutta logica che i musulmani accusano gli occidentali di essere materialisti. Ed è in tutta logica che hanno sempre rispinto il nazionalismo arabo. Perché ? Perché contradisce il dogma musulmano che è il contrario del sentimento nazionale, cio'è l'attaccamento a una terra
  1. Perchè si ha bisogno di tutti per vincere una guerra. Per assumere fedeli dapertutto, per essere sempre più numerosi e quindi avere il potere dato dal numero di membri, si ha bisogno di tutti. Qunidi si pretenderà universalista, e logicamente contro il razzismo. Ma il fondo di questa solidarietà, il legame sociale, quello che li lega è l'odio di quello che non si sottomette. Non l'amore universale. Si usa l'amore universale come legame sociale CONTRO un altro gruppo. Il legame sociale in islam si riassume così :
    Tutti insieme !... contro l'ebreo, il cristiano, l'ateo, l'apostata, il falso musulmano...
     
  2. Perché per fare accettare una rapina, ci si deve far credere che la terra appartiene a tutti quanti. "Mi casa es tu casa", ma in questo caso è per "vendere" il contrario : "Tu casa es mi casa". I tuoi beni sono anche i miei perché siamo fratelli in umanità e che non ci sono frontiere. Non puoi lasciarmi senza di niente, sono il tuo fratello in umanità. Come puoi tenerti tutto e pretendere essere buono ? E la generosità ? E la carità di cui parli tanto ? "D.io" ti guarda ! 

 

Basta far sognare e se non funziona, basta ricorrere alle minacce. 
 

Cercare un modo di provvedere ai propri bisogni vs. andare a cercare da mangiare altrove 

 
Ora, si sa che la sedentarietà ha portato comfort, e migliori condizioni di vita per gli uomini. Gli ha permesso di sostenersi senza avere bisogno di andare alla caccia e quindi ha modificato profondamente la costruzione mentale degli uomini.
La sedentarizzazione ha permesso agli sedentari anche di crescere, siccome avevano migliori condizioni di vita. Quindi erano più numerosi, avevano una vita più confortevole e erano in migliore salute che i nomadi.
Quello che si deve capire è che prima della sedentarizazzione, gli uomini cacciavano. Quindi avevano una mente, uno spirito modelato sulla predazione : è il completo contrario della cultura della terra e ciò consiste in trovare un modo provvedere ai suoi propri bisogni, e non a cercare da mangiare fuori, altrove.
Non è la stessa costruzione mentale.
Ora tutti gli uomini non si sono sedentarizzati e alcuni sono rimasti nomadi. Cio'è il modo di pensare, la costruzione mentale dei nomadi non è sparita, e ha sempre cercato di raggiungere i sedentari. I culti della fertilità esistevano a questo scopo : quando alcuni si sono infine decisi a sedentarsi, avevano bisogno di raggiungere un ritardo nella sedentarizzazione. 
 
A questo punto, si deve sapere che il giudaismo e il suo "prodotto", il cristianismo, che poi è stato modificato per adattarsi a tutte le culture e tutti i sistemi politici nel mondo hanno avuto un grande successo nel Medio Oriente. Questo lo sappiamo ora. Avevano un grande successo ma c'era competizione tra i vari culti.
 

Il successo del monoteismo etico ha compromesso la pratica del saccheggio, sorge di sopravivvenza dei nomadi ?

 
C'erano ebrei anche fino a Medina in Arabia Saudita, siccome la sunna racconta che Maometto e i suoi compagni hanno massacrato una tribu ebrea, i Banu Quraida, o Banu Quraiza, in questo luogo che prima si chiamava Yathrib. Come al solito con Maometto, c'era una "buona ragione" di massacrarli (e "sposare" (SIC) le figlie e le donne degli uomini che avevano decapitato...). Quello che si deve ricordare è che c'erano ebrei nella penisola araba nel sesto. 

Adesso, non c'è n'è più, e i cristiani sono sempre meno in questa regione del mondo.
Puodarsi che, a quest'epoca, il successo del giudaismo e del cristianismo abbia indebolito il potere dei capi religiosi e/o politici delle società pagane, condannando la violenza e quindi le pratiche di predazione. 
Sarà una coincidenza se "arabo" ha la stessa radice di "erev" in ebreo, che vuole dire "notte" ? Si dice che si chiamano così perché attaccavano di notte.
Abbiamo tutti sentito parlare delle "razzia", una parola araba che significa il saccheggio, rapina. Puodarsi che i nomadi hanno fatto perdurare la tradizione della predazione sacchegiando i villaggi sedentari, siccome loro avevanno di che mangiare.
Il successo del giudaismo e del cristianismo ha dato un colpo di freno alla pratica del saccheggio. Il saccheggio essendo una sorge di sopravvivenza per questi gruppi pagani, nomadi, ha quindi compromesso e fatto vacillare il potere dei capi di questi gruppi pagani e nomadi.
Anche se al'inizio si è opposto alla sua tribù, è una coincidenza se Maometto era della tribù dei Quraychite (o Qoraychit, Quraishit), che teneva la Mecca e che viveva del pellegrinaggio ? È una coincidenza se i 4 primi califi dopo di lui erano tutti della sua tribù ?
Hanno trovato una soluzione per riportare in vita il potere che avevano sulla gente prima del arrivo del giudaismo e del cristianismo : siccome non poteveno combattergli e fargli sparire, gli hanno ricuperato e hanno decretato che loro avevano capito meglio il loro messagio. Brillante ! Infatti hanno decretato che erano più realisti del re. 
È questo l'islam : la pretenzione di avere capito meglio il messaggio dato ad Abraham che gli ebrei e i cristiani stessi.
 

E se l'islam serviva a giustificare un saccheggio ?

 
E quindi, siccome ebrei e cristiani non seguono davvero il vero messaggio, lo si deve imparargli. 
E quindi, se rifiutono di impararlo e di obbedire, mentre gli si spiega che sbagliano, comettono il peccato il più grave : non obeddire a "D.io", mentre pretendono farlo. 
Quindi sono ipocriti, bugiardi, sono corrotti. 
Quindi non meritono il rispetto. 
E quindi ci si deve punirli, distruggergli per i più vili opponenti a "Dio", perché lo meritono. 
Perchè è gentaglia.
E se siamo lì, perché non approfitare per servirsi da essi
Ecco come l'islam giustifica il saccheggio. Man mano che il tempo passa, il saccheggio è sempre più sofisticato, i metodi sono sempre più sottili. Il principio però è sempre lo stesso.
 
Si deve sapere che nel corano, è scritto che i beni sono stati dati "temporaneamente" a gruppi, per "testarli" (...) :

131. Non volgere lo sguardo ai beni effimeri che abbiamo concesso ad alcuni di loro, per metterli alla prova. Il compenso del tuo Signore è certamente migliore e più duraturo!

Sura 20, verso 131

Come rassicurarsi e fare buon viso a cattivo gioco. O addirittura sputtare su quello che non si puo avere. Gelosia avete detto ?

Ma no, siccome tutti questi beni sono all'origine destinati ai musulmani, come lo spiega questo sito (in francese).

Tuttavia, ciò significa in nessun caso che i musulmani non devono investire si nelle cause di acquisizione della forza, informandosi dei procedimenti di produzione, di rafforzamento dell'economia lecita o dei metodi e pratiche militari.

È piuttosto una cosa necessaria.

Allah il Molto Alto ha detto, traduzione avvicinata) :
" 60. Preparate, contro di loro, tutte le forze che potrete [raccogliere] e i cavalli addestrati, per terrorizzare il nemico di Allah e il vostro e altri ancora che voi non conoscete, ma che Allah conosce. Tutto quello che spenderete per la causa di Allah vi sarà restituito e non sarete danneggiati." [sura 8, verso 60].

Inoltre, questi benefici, risorse e leggi naturali sono all'origine destinata ai musulmani.

La Science Légiférée (sito musulmano che si dice contro il terrorismo...)

 

Al Anfal, la sura 8 nel corano : il "bottino"

 
Come mai in un libro "sacro", un capitolo intero si chiama "il Bottino" ? È la sura n°8 nel corano, "Al Anfal", la 87ima "rivelata" su 114.
In questo capitolo si tratta ad esempio di come condividere il bottino, del fatto che è permesso di "sposare" le donne catturate.
 
Estratti :

1. Ti interrogheranno a proposito del bottino. Di': “Il bottino appartiene ad Allah e al Suo Messaggero”. Temete Allah e mantenete la concordia tra di voi. Obbedite ad Allah e al Suo Messaggero, se siete credenti.

12. E quando il tuo Signore ispirò agli angeli: “Invero sono con voi: rafforzate coloro che credono. Getterò il terrore nei cuori dei miscredenti: colpiteli tra capo e collo, colpiteli su tutte le falangi!

17. Non siete certo voi che li avete uccisi: è Allah che li ha uccisi. Quando tiravi non eri tu che tiravi, ma era Allah che tirava*, per provare i credenti con bella prova. In verità Allah tutto ascolta e conosce.
*[“Quando tiravi...”: quando combattevi (o Muhammad). Per dare avvio alla battaglia, l'Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui), raccolse da terra una manciata di sabbia e la gettò contro i politeisti , maledicendoli]

30. E [ricorda] quando i miscredenti tramavano contro di te per tenerti prigioniero o ucciderti o esiliarti! Essi tramavano intrighi e Allah tesseva strategie. Allah è il migliore degli strateghi.

39. Combatteteli finché non ci sia più politeismo e la religione sia tutta per Allah. Se poi smettono... ebbene, Allah ben osserva quello che fanno.

41. Sappiate che del bottino che conquisterete, un quinto appartiene ad Allah e al Suo Messaggero, ai parenti, agli orfani, ai poveri, ai viandanti, se credete in Allah e in quello che abbiamo fatto scendere sul Nostro schiavo, nel giorno del Discrimine*, il giorno in cui le due schiere si incontrarono. Allah è onnipotente.
*[“nel giorno del Discrimine”: un'altra allusione alla battaglia di Badr]

55. Di fronte ad Allah non ci sono bestie peggiori di coloro che sono miscredenti e che non crederanno mai;

57. Se quindi li incontri in guerra, sbaragliali facendone un esempio per quelli che li seguono, affinché riflettano.

60. Preparate, contro di loro, tutte le forze che potrete [raccogliere] e i cavalli addestrati, per terrorizzare il nemico di Allah e il vostro e altri ancora che voi non conoscete, ma che Allah conosce. Tutto quello che spenderete per la causa di Allah vi sarà restituito e non sarete danneggiati.

65. O Profeta, incita i credenti alla lotta. Venti di voi, pazienti, ne domineranno duecento e cento di voi avranno il sopravvento su mille miscredenti. Ché in verità è gente che nulla comprende.

69. Mangiate quanto vi è di lecito e puro per voi nel bottino che vi è toccato e temete Allah, Egli è perdonatore misericordioso.

corano.it

Ma nessuno capisce le parole e di che cosa si tratta ? Il "bottino" ?!

L'ipotesi ? L'islam è la religione inventata dagli arabi per far risorgere la pratica del saccheggio. E siccome il giudaismo e il cristianismo sono religioni che permettono il progresso, le scoperte tecniche, meglio gli incoraggiano, si sono diffusi tra popoli che hanno poi prosperato. Quindi dai quali c'è qualcosa da sacchegiare.
Ecco come religione e antropologia si raggiungono.  
È importante capire di che cosa si tratta, così possiamo meglio rispondere. "Know your ennemy". Ma il nemico non è la gente, è il dogma.
 

È questa la nostra prova : convincere sempre più musulmani di abbandonnare l'islam

Gli uomini possono cambiare, una religione no, è la gente che ne se allontana, adotta altre credenze e la religione viene dimenticata. Un arabo cristiano è il nostro fratello in umanità. È molto meno sicuro con un europeo convertito al'islam.
E magari, è rimanendo generoso e paziente che ci si impara ai musulmani che questo odio perpetuale è vano : è questo il dogma cristiano. Far capire con la dolcezza, la pazienza, mentre il dogma ebreo tenderebbe piuttosto a condannare l'odio e sarebbe più pronto a reagire perchè l'odio è inadmissibile e che non è giusto che una parte dell'umanità si comporti come un predatore con l'altra. Chi ha ragione ?
È sicuro che l'islam vince sulle mente debole, che non hanno più punti di riferimenti, che hanno avuto una vita dissoluta, e sugli individui impressionabili che sono in ricerca di spiritualità... infatti di un tutore esteriore, perché non riescono a mantenersi dritti da soli, non ce la fanno a trovare risposte e soluzioni da soli.
Basta guardare che tipo di vita avevano quelli che si sono convertiti prima di convertirsi. Non si tratta di generalizzare ma spesso è uno dei due casi.
 

Economia locale, agricoltura ragionata, moneta locale e energie rinnovabili : il ritorno ai fondamenti della sedentarietà

 
Adesso, c'è un movimento che si deve considerare : l'economia locale, l'agricoltura urbana, le monnete locale. C'è un film che tratta di questo fenomeno, "Demain", di Melanie Laurent et Cyril Dion. È un ritorno alla terra, al ciclo della natura per mangiare diversamente, infatti per produrre la propria sopravivenzza senza sprecare. Siamo sempre lì. È vero che spesso ci si trovano ambientalisti in questo movimento ma è un insieme di nuove pratiche che permettono alla gente di liberarsi del sistema attuale.
Il nostro sistema attuale è sempre più dipendente e infiltrato dagli agenti del'islam politico, questo lo sappiamo. Ora si deve sapere che ci sono persone che cercano soluzioni per liberarsene. Non lo fanno contro l'islam, lo fanno contro gli abusi di questo sistema. Ma senza accorgersene, magari hanno trovato una parte delle soluzioni contro l'islamizazzione delle nostre società.
Magari c'è una parte della soluzione in questo fenomeno che non fa rumore.
Rimarrà un problema : mettiamo che lasciamo le città e le zone urbane in generale dove i boss islamisti stanno adosso e le lasciamo marcire. Magari ricomincieranno a saccheggiare i nuovi villaggi che avremmo costruiti.
 

Il ritorno delle rapine ?

 
Quindi potrebbe essere il ritorno delle rapine. A meno che a un certo punto la gente cio'è gli autochtoni e, speriamo, quelli dell'immigrazione che si sono completamente assimilati, cio'è che non saranno più musulmani, e avranno adottato la cultura dei popoli autochtoni, prendano le armi perché non è sicuro che quello che rimarrà del potere dello stato sarà in grado di garantire l'ordine.
 
Abbiamo risorse, non è la prima volta che i popoli europei incontrano una difficoltà, quindi non si deve essere pessimista. Ma non si deve credere che siamo imbattibili. Appunto, noi europei siamo i più forti, non siamo "sopra" gli altri. Quello che possiamo proponere appunto è una visione nuova del mondo nel quale il "bianco" non è sopra gli altri, non è superiore ad essi. Adesso siamo tutti uguali, le carte sono state redistribuite, e tutto è aperto. 
Si deve solo preparare con calma a tutte le eventualità perché il mondo cambia, perché tutto può succedere a partire da oggi e che nessuno conosce il futuro. 

Partager cet article

Commenter cet article